ll fasciocomunista. Vita scriteriata di Roberto Capezzone

La saggezza popolare per descrivere una situazione che non si è evoluta secondo logica e coerenza ricorre a un’immagine culinaria, “i maccheroni stann ‘a copp e il formaggio a sott”! Se ne potrebbe fare una categoria del Palio dei maccheroni, evocato da Roberto Capezzone a proposito delle candidature a Sindaco per le amministrative 2016. Se il formaggio finisce sotto un motivo ci sarà! E, usando le parole di quello che fu l’alfiere della destra pura e incontaminata, il motivo scaturisce dall’opportunismo, il qualunquismo e gli affari di bottega che hanno ispirato l’azione politica di maggioranza e di opposizione in questi anni. E non altri. Roberto Capezzone, nel 2013, era vicecoordinatore del Pdl. Eppure, per fare le scarpe alla sua antagonista all’interno del partito, Nunzia De Girolamo, metteva in campo strategie facendo il gioco del “nemico”, Umberto Del Basso De Caro. Lo testimoniato le intercettazioni emerse nell’indagine sullo scandalo dell’ASL di Benevento. Roberto Capezzone, nel 2015, consigliere comunale di opposizione, ha puntellato la traballante maggioranza consiliare e permesso l’approvazione di scandalose decisioni, una per tutte quella sui debiti fuori bilancio. Viene da chiedersi, allora, come faccia a parlare di onorabilità politica chi, alla luce della consiliatura che si sta chiudendo, ha mostrato opportunismo e qualunquismo politico preparandosi a sostenere, in lista o meno, il vicesindaco della Giunta alla quale avrebbe dovuto fare opposizione. Sugli “affari di bottega” sarà il tempo a dirci se e come il suo spericolato esercizio di trasformismo – dalla Messa celebrata in suffragio di Benito Mussolini, nel 2000, al sostegno alla “sinistra” – sarà ricompensato. Un’opportuna precisazione a margine.

La candidata Sindaco/Portavoce al M5S, per storia personale e anagrafica, è ben radicata nel tessuto cittadino ed è un’ottima conoscitrice dei problemi della sua città, Benevento e non Airola. A lei si affiancano 32 cittadini che costituiscono la lista ispirata ai valori del Movimento 5 Stelle e che esprimono, nella loro provenienza, l’intera città e le sue contrade: dal Rione Libertà alla Pietà, dal Rione Ferrovia al centro storico (più degradato), da Contrada San Cumano a San Vitale. A differenza sua, consigliere Capezzone, questi cittadini si sono opposti alla disastrosa amministrazione della giunta Pepe/Del Vecchio e hanno elaborato un progetto di governo della città con al centro la competenza e la trasparenza, la partecipazione e la condivisione. Sottoscriveranno, quale impegno politico, un codice etico che eviti i vergognosi episodi di trasformismo, di cui lei è testimonianza. Per cui la invitiamo a un pudico silenzio. Farà più bella figura.

grilli sanniti

Annunci

Pubblicato il 14 marzo 2016 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: