I diritti dei CITTADINI prima di tutto, caro “onorevole”.

debdc

Un politico che, con famelica arroganza, afferma la propria posizione e la fa valere, mettendosi al di sopra di tutto e tutti, è palesemente in preda a un delirio di onnipotenza. Leggerne le intercettazioni pubblicate in questi giorni dai quotidiani fa tremare le vene ai polsi. Le parole, pronunciate da Del Basso De Caro, tratteggiano un personaggio disposto a tutto pur di ottenere il proprio tornaconto. Raccontano un “torbido scenario”, scrive Gigi Di Fiore sul Mattino, rendono percepibile il fetore dell’aria che si respira nelle stanze dei bottoni di Benevento e provincia, diciamo noi. Stanze dei bottoni che sono vere e proprie “war-room”, dove si minaccia di scatenare addirittura una “guerra nucleare” perché si faccia quello che viene richiesto. Quelle dell’esponente Pd sono parole che fanno rabbrividire non perché intimoriscono, ma perché, qualora ce ne fosse ancora bisogno, rendono manifesto quale sia il rispetto che simili personaggi -“personaggetti” direbbe qualcuno – hanno per la cosa pubblica e le istituzioni. Le considerano per una sola e unica ragione: sono luoghi in cui collocare le proprie pedine, molto spesso postifici in cui esercitare il potere e incassare i bonus per i pacchetti di “voti, che mica sono gratis”. L’atteggiamento di Del Basso De Caro sottolinea quanto oramai il sedicente Politico abbia smarrito il senso del ruolo che ricopre unicamente grazie al mandato conferitogli dagli elettori.

Ecco allora perché, ancora una volta, la proposta del Movimento 5 Stelle è l’unica a poter essere presa in considerazione. La regola che impone ai cittadini del M5S eletti a ricoprire al massimo due mandati non è bizzarra come qualcuno vorrebbe far credere, è oggi ancora più attuale e necessaria: è l’unico antidoto per evitare che l’eletto confonda l’investitura popolare con quella divina. Il principio ispiratore del M5S secondo cui ogni atto a valenza pubblica deve essere incentrato sulla trasparenza e deve essere condiviso, resta l’unica reale alternativa al sistema di corruttele e clientele.

E, proprio in nome della trasparenza, il Movimento 5 Stelle Sannita chiederà alla magistratura di appurare i fatti, le circostanze, le minacce e le affermazioni riportate in questi giorni dai quotidiani e pronunciate da Del Basso De Caro, di verificare le vicende legate alla sanità beneventana. Non è accettabile che le parole che abbiamo letto, profferite con tale boria e violenza, restino unicamente argomento di discussione giornalistica senza un puntuale approfondimento da parte delle autorità competenti.

Infine, emerge l’importanza di risvegliare una coscienza civica assopita che arrendevolmente delega e non vigila, per poi riscoprirsi sorpresa e indignata del degrado politico e morale che viene a galla, anche nel Sannio.

Queste vicende rendono palese la necessità di un forte rinnovamento del metodo di governo della cosa pubblica. Tale rinnovamento, di sicuro, non può arrivare da chi la cosa pubblica concorre a screditarla, quotidianamente, in nome della mera gestione del potere.

p.s.: ci vediamo questa sera (venerdi 27/11) alle 20,30 presso lo Spazio a 5 Stelle in via dei Mulini 27 a Benevento per fare un po di vera politica partecipata. Info qui: http://www.meetup.com/it/grillisanniti/events/226963971/

Annunci

Informazioni su Gianfranco De Luca

Vedi social

Pubblicato il 27 novembre 2015 su Comunicati Stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: