Archivio mensile:luglio 2015

MENSA SCOLASTICA: ALTRO CHE FIDUCIA…

Anche se il Dott. Moschella ha permesso ai cittadini di Benevento di presentare eventuali osservazioni in merito al capitolato speciale di appalto, disciplinare di gara e tutta una serie di tabelle e schede nutrizionali, merceologichE etc. in sole 48 ore circa da quando è stato postato sul sito comunale, cerchiamo comunque di fare un po’ di chiarezza mettendo in luce anche diverse criticità ed anomalie.
La cosa più sconcertante che risalta con una certa immediatezza dalla lettura del capitolato speciale di appalto del 28 luglio è che, mentre da un lato si riporta che dal secondo anno la ditta aggiudicataria dell’appalto deve a proprie spese adeguare sia il plesso scolastico di Capodimonte (di proprietà del comune) a centro cottura che le 15 scuole comunali, annesse al servizio, a refettorio con il metodo dello scodellamento, dall’altro non fa menzione delle spese previste per adeguare dette strutture. In pratica chi si aggiudicherà il bando dovrà, con i circa 5€ a pasto (importo posto a base d’asta più conseguente ribasso percentuale), provvedere sia a tutte le spese necessarie per fornire quotidianamente i pasti dal lunedi al venerdi che a strutturare sia il centro di cottura a Capodimonte che i refettori scolastici, quest’ultimi utilizzati per lo scodellamento dei pasti. Da sottolineare che la ditta aggiudicataria deve provvedere all’acquisto di generi alimentari della migliore qualità ed a fine bando (31/05/2018) deve lasciare tutte le opere realizzate al comune. Non bisogna necessariamente essere un operatore del settore per capire che il tutto stona terribilmente e sembra tanto uno “specchietto per le allodole” per le tante mamme che da tempo chiedono che i pasti vengano distribuiti direttamente dai refettori scolastici per accelerare i tempi di consegna ed eliminare vassoi e contenitori plastici dove vanno chiusi ermeticamente i pasti. Domanda: quale ditta si farà carico di tali incombenze se al momento dell’aggiudicazione del bando non sa a quali spese andrà incontro?
Il bando inoltre prevede solo il criterio di aggiudicazione dell’offerta al ribasso contrapponendosi ai criteri di qualità degli alimenti, primo tra tutti, l’adozione dei prodotti biologici. A tal proposito non fa alcun riferimento alla recente legge n. 128 del 8/11/2013 ove all’art. 5 quater è riportato testualmente che “………nei bandi delle gare di appalto per l’affidamento e la gestione dei servizi di refezione scolastica e fornitura di alimenti alle scuole pubbliche che abbiano come utenti bambini e giovani fino a 18 anni, i relativi soggetti appaltanti devono prevedere che sia garantita una adeguata quota di prodotti agricoli e agroalimentari provenienti da sistemi di filiera corti (Km0) e biologica, nonché l’attribuzione di un punteggio per le offerte dei servizi e forniture rispondenti al modello nutrizionale denominato “dieta mediterranea” consistente in una alimentazione in cui prevalgano i prodotti ricchi di fibre, in particolare cereali integrali e semintegrali, frutta fresca e secca…”.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

BENEVENTO EXIT STRATEGY…ed i debiti chi li paga? #m5sbn

Da un pò di tempo in città è cominciata la lunga campagna elettorale che ci porterà alle elezioni del nuovo consiglio comunale e della nuova amministrazione cittadina.
Il PD mostra i muscoli e vanta i suoi uomini nella filiera del potere, il sindaco uscente ed i suoi fedelissimi hanno già’ chiarito che il loro apporto sarà’ determinate, il centro destra continua la sua lotta all’insegna del “tutti contro tutti” e si profilano “nuovi” contendenti all’orizzonte che sanno già di vecchio. ma tutti sono pronti alla battaglia elettorale, compresi ovviamente noi del M5S .
In giro ci si chiede: chi saranno i candidati? Quali alleanze strategiche si faranno? Chi passera’ da una parte e chi dall’altra ?
La domanda principale in vista delle prossime elezioni però nessuno vuole farla.
Prima di capire chi si candiderà e chi saranno i nuovi amministratori deve essere chiaro a tutti cosa sarà’ rimasto da amministrare a Benevento ed a quali condizioni.
Tante parole sono state scritte sulla decadenza della citta’ e dell’intera comunita’.
Abbiamo assistito ad opere pubbliche e gestione del territorio in stile “mani sulla città'”, vediamo tutti i giorni una città’ sporca e “sgarrupata”, i servizi sono inesistenti o scadenti, gli uffici comunali sono allo sbando e l’unica certezza sono le tante tasse da stritolare ogni forma di attività economica. Ma c’è qualcosa di ancora più grave che incombe sui Beneventaninessuno importi nulla : i DEBITI.

Leggi il resto di questa voce

CHI AVRÀ MISERICORDIA DEI LAVORATORI DEL 118? #m5sbn

Puntuale arriva una nuova puntata della “tragedia” dei lavoratori senza diritti e senza futuro. Questa volta sono in agitazione e preoccupati per la loro sorte i dipendenti del servizio 118. Già quando fu affidato il servizio alla nuova ditta in sostituzione della SANI.T ci ritrovammo a dover dare solidarietà e sostegno agli operatori del 118 accampati sotto la sede ASL. Proprio in quel periodo lo scandalo delle telefonate e delle ingerenze politiche nella gestione dell’Azienda era su tutte le testate nazionali e l’allora ministro NUNZIA DE GIROLAMO fu costretta a dimettersi. Oggi i lavoratori del 118 ci hanno nuovamente contattato lamentando un comportamento anomalo da parte della ditta affidataria del servizio che invia lettere e contestazioni ai dipendenti, paventando anche esuberi e mobilità. Tutto ciò nonostante il servizio affidato venga svolto con minor personale ma ad un costo maggiore di quanto avveniva con la precedente ditta affidataria.

Leggi il resto di questa voce

EMERGENZA IDRICA: E SE TRASGREDISCE IL COMUNE?

Si legge l’ordinanza del sindaco Pepe sulla limitazione del consumo di acqua potabile ai soli usi domestici ed igienico-sanitari. Si fa anche divieto di utilizzo per l’innaffiamento di orti, campi e giardini, oltre a quello di riempire piscine e vasche con la risorsa idrica comunale. Ciò si rende necessario in considerazione del periodo estivo, delle alte temperature che si stanno registrando e della conseguente crescita dei consumi di acqua potabile, generati principalmente da sprechi ed usi impropri che creano carenze distributive in tutte le zone della città di Benevento. Per i trasgressori sanzioni da 50 a 500 euro.
Alcuni cittadini ci hanno riferito che le aiuole delle rotonde della zona alta del Viale Mellusi, quella di fronte alla Chiesa Sacro Cuore e l’altra all’altezza del Viale Aldo Moro, vengono regolarmente e quotidianamente innaffiate. Vogliamo sperare non con le risorse idriche dell’acquedotto comunale. Inoltre i cittadini residenti in quella zona lamentano durante l’innaffiamento di queste aiuole un abbassamento della potenza dell’acqua nei propri rubinetti.

Leggi il resto di questa voce

Mensa scolastica: quando al peggio non c’è mai fine…

La mirabolante Amministrazione del Comune di Benevento sta mettendo in scena l’ennesima dimostrazione di assoluta incapacità di gestione dei servizi ai cittadini. La vicenda mensa scolastica sta assumendo caratteri tragicomici rispetto ai quali noi attivisti del meetup Grili Sanniti non possiamo rimanere in silenzio. Il 25 Marzo scorso, durante la conferenza stampa di Altrabenevento, che da mesi poneva puntuali rilievi sulla gestione della mensa scolastica, vista la grande partecipazione di tutte le parti in causa (genitori, personale delle scuole, sindacati, giornalisti etc.) il sindaco Pepe disponeva la sospensione del servizio di mensa creando disagi ed esponendo l’Ente anche al rischio di un contenzioso con la ditta affidataria del servizio stesso.

Leggi il resto di questa voce

SABATO 11/07/2015: LA CAMPANIA A 5 STELLE A BENEVENTO!

Il Movimento 5 Stelle Sannita ancora al centro dell’agenda politica della provincia di Benevento. Infatti, Sabato 11 Luglio a partire dalle ore 15.30 presso il teatro San Marco di Benevento si terrà una sua assise regionale. Un momento di incontro e confronto tra tutti gli attivisti campani e l’occasione per la presentazione ufficiale dei consiglieri regionali eletti. Valeria Cirambino, che già è stata ospite delle terre sannite in più occasioni, durante e dopo la campagna elettorale, insieme a Michele Cammarano di Salerno, Luigi Cirillo, Tommaso Primo Malerba, Maria Muscarà, Gennaro Saiello di Napoli e Vincenzo Viglione di Caserta si presenteranno all’Assemblea ed insieme alla stessa discuteranno le priorità regionali da affrontare a palazzo Santa Lucia. Saranno presenti diversi parlamentari campani ed una delegazione europea tra cui l’europarlamentare sannita Piernicola Pedicini. Un momento per definire l’agenda programmatica del Movimento 5 Stelle a livello regionale in sinergia con quella che è la rappresentanza nazionale ed europea e per fare in modo, soprattutto in riferimento a quest’ultima, di strutturare una filiera corta politica che possa rendere sempre più efficace e puntuale l’azione politica del Movimento.

Appuntamento quindi fissato per sabato 11 luglio 2015 a partire dalle ore 15,30 al Teatro San Marco di Benevento.

 

regionale 110715