Archivio mensile:maggio 2015

Grazie.

Ringraziamo Mino “ Erasmo” Mortaruolo per la risposta alla nostra opportuna e legittima richiesta di chiarimenti.

Prendiamo atto che conferma pienamente tutto quanto da Noi affermato e da oggi molte più persone possono farsi una opinione sulla vicenda anche se restano inevasi ancora molti interrogativi. Sulla tempistica possiamo solo chiarire che se a VOI la questione era nota a noi la notizia argomentata è stata recapitata solo il 27 maggio probabilmente inviata da chi già sapeva e magari è più vicino alla BUONA POLITICA di NOI.

Ringraziamo la Commissione Antimafia perché anche se in terribile ritardo ci ha aggiornato su altre note vicende che erano conosciute ai Partiti ma non ai cittadini e così ora anche noi sappiamo che Fernando Errico e Sandra Mastella sono impresentabili assieme a De Luca.

Ringraziamo il dott. Lonardo e tutti i lealisti perché pur di conservare il proprio potere hanno scatenato questa lotta interna alla maggioranza che regge il Comune di Benevento fregandosene dei debiti del bilancio e di gente che attende di essere pagata dalla famosa nevicata di qualche anno fa.

Ringraziamo il Centro Destra con i suoi vecchi e nuovi arnesi che tra polemiche e apparentamenti non è riuscito a far altro che riempire di manifesti abusivi la nostra provincia.

Insomma ringraziamo tutta la POLITICA nostrana perché è riuscita a mettere in campo per questa campagna elettorale il peggio del peggio.

L’unica novità è il Movimento 5 Stelle. Abbiamo scritto il programma insieme a voi, Abbiamo scelto persone pulite e incensurate, abbiamo girato tutta la provincia portando i nostri parlamentari anche nei paesi più lontani, abbiamo disegnato, stampato ed attaccato i nostri manifesti, Abbiamo usato solo le nostre forze e ci siamo autofinanziati facendo collette e chiedendo piccoli contributi a tanti. Siamo l’unica forza politica che ha un programma vero, siamo gli unici in grado di dire che faremo quello che abbiamo detto, perché già lo facciamo in Parlamento e in Europa! Siamo gli unici che hanno fatto campagna per tutti e due i candidati sempre e comunque perché per noi non ci sono candidati di serie A e di serie B; Pasquale Maglione e Francesca Maio saranno comunque nostri portavoce nel Consiglio regionale, se lo vorrete voi!

Noi abbiamo fatto tutto il possibile per offrire un’alternativa ed una speranza, ora tocca a voi!!!

Uniamoci …. A riveder le stelle!

facsim

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE REGIONALI 2015 A BENEVENTO

 

Domani 29 maggio 2015 si chiuderà, anche a Benevento, la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle in vista delle regionali 2015. Per l’occasione vi comunichiamo che i candidati sanniti Francesca Maio e Pasquale Maglione terranno una conferenza stampa alle ore 17 presso lo “Spazio5Stelle” sito in Via dei Mulini 17, che durante tutta questa campagna elettorale è stato il nostro “punto informativo” utile per coordinare tutte le numerose attività che sono state organizzate in questi giorni.

Leggi il resto di questa voce

Mortaruolo ed il doppio ruolo

Questi ultimi giorni di campagna elettorale sono stati infiammati da polemiche e querelle su presentabili, eleggibili e “decadibili”. Le note vicende di De Luca, le attese comunicazioni ufficiali della Commissione Antimafia e i surreali inviti a non votare i propri candidati hanno creato confusione e sconcerto tra gli elettori. Già era stato complicato capire dove e con chi si erano schierati De Mita, Mastella, Cosentino, Cesaro, De Girolamo, Bello ed i soliti nomi noti della politica nostrana ora si chiede un ulteriore sforzo a tutti i cittadini. Infatti, dopo aver individuato candidato e presidente, e dopo aver capito che Lonardo sta contro Mastella, che Bello sta con De Girolamo, che Izzo e Colasanto stanno dalla stessa parte come i Lealisti ed il PD, ora bisogna capire chi è presentabile e chi è eleggibile. Ovviamente noi non abbiamo problemi perché, come noto, scegliamo i candidati con un metodo che ci garantisce all’origine, ma, purtroppo gli altri partiti non riescono a non candidare amministratori o politici di grande esperienza rischiando però di dover dare qualche spiegazione a qualche elettore petulante.

Sollecitati dalla vox populi, allora, abbiamo fatto qualche verifica, e abbiamo scoperto che esiste una sentenza (Corte dei conti n. 324/214) che condanna Domenico Mortaruolo, ex Sindaco e padre dell’attuale Vicesindaco, al pagamento di centinaia di migliaia di Euro a favore del Comune di Torrecuso, somme che non risultano ancora incassate dal Comune stesso. Non possiamo evitare di chiedere, anche a nome degli elettori confusi e dei cittadini al candidato del PD: è vero o non è vero che esiste tale pendenza tra ex Amministratori e Comune di Torrecuso? Tra padre debitore e figlio vicesindaco c’è conflitto di interessi? Quali garanzie si offrono ai cittadini per garantire che l’interesse privato non prevalga su quello pubblico anche nell’eventuale ruolo di consigliere regionale?

A proposito di questa vicenda, e allargando la nostra analisi, dobbiamo constatare che, purtroppo, nel Sannio prosegue una prassi politica “clientelare” che promette favori e lavoro in cambio di pacchetti di voti, cancro appena riemerso in questi giorni in Sicilia. È doveroso, però, in questo campo non limitarsi ad affermazioni generiche. Invitiamo, dunque, tutti i cittadini di buona volontà a rivolgersi alle autorità competenti, garantendo sin da ora il sostegno del M5S in una doverosa battaglia di moralizzazione della cosa pubblica.

Pasquale Maglione e Francesca Maio

m5s

Inaugurato il nuovo Spazio a 5 Stelle a Benevento!

E così il 18 maggio è stato inaugurato lo Spazio a 5 Stelle, la sede elettorale del M5S a Benevento per le elezioni regionali 2015, sito in via dei Mulini 27 (adiacente negozio di bici Gilardi).

Al seguente link  l’ottimo servizio di Ntr24 relativo all’evento, a cui hanno partecipato i candidati al consiglio regionale per la provincia di Benevento Pasquale MAGLIONE e Francesca MAIO: http://goo.gl/9Igoej

Qui di seguito, invece, un simpatico video che”riassume” le fasi di lavorazione che hanno portato a trasformare un locale un po’ “malandato” (da noi definito scherzosamente  “casuoppolo”) in un accogliente spazio informativo e di lavoro. Tutto è stato fatto in puro stile M5S, con il lavoro di attivisti e simpatizzanti ed a costo praticamente zero.

Lo spazio a 5 stelle sarà aperto tutti i giorni dalle 17 alle 19 con i nostri attivisti a disposizione per fornire informazioni, materiale (volantini, gadget etc.) e supportare chiunque voglia dare un contributo alla causa del M5S!

Vi aspettiamo!

 

I prossimi appuntamenti del tour elettorale in provincia con Francesca MAIO e Pasquale MAGLIONE (in continuo aggiornamento):

Venerdi 22/05/2015 a Ceppaloni (BN), in piazza Carmine Rossi alle 20,30: parteciperà il nostro portavoce al parlamento europeo Piernicola Pedicini;

ceppaloni

Il PEPOCCHIO: a Benevento gli scrutatori non sono uguali dinanzi alla crisi…

Qualche giorno fa abbiamo inviato a tutti i comuni della provincia (leggere qui) una pec per chiedere di preferire nella scelta degli scrutatori per le regionali del 31 maggio 2015 i disoccupati e le persone più bisognose.

Al di là del fatto che, salvo qualche rara eccezione, nessun comune si è degnato di una risposta, ci preme soffermarci su quello che è successo nel comune maggiore, quello di Benevento.

Alla fine la soluzione trovata è stata la peggiore possibile: limitare la scelta degli scrutatori solo tra le persone aventi al massimo 30 anni. Come se la crisi guardasse all’anagrafe! Quale logica scriteriata ha guidato tale decisione? A pensar male, diceva un politico che detestiamo ma arguto, si fa peccato ma si coglie nel segno… Non sarà mica perché, statistiche alla mano, il P(artito) D(i) riferimento dell’amministrazione Pepe soffre solitamente nel guadagnare voti tra le fasce più “giovani”? Non è che come altrove (tipo all’Asia) si sta utilizzando questa trovata per accaparrarsi qualche voto (giovane in questo caso) che altrimenti andrebbe altrove o sarebbe perso? Insomma, il solito “do ut des” inverecondo cui i nostri amministratori sono avvezzi da due lustri.

Un’altra altra anomalia che salta all’occhio, almeno prendendo per buoni i dati diffusi da “Gazzetta di Benevento” (articolo qui), è che gli scrutatori “supplenti” abbiano tutti un cognome cominciante con lettere che vanno solo dalla “L” alla “P”? Nostalgia per il vinile? Analfabetismo di ritorno (le lettere dell’alfabeto italiano sono 26)? Puro caso? Ennesima maldestra (o in questo caso meglio sarebbe: malsinistra) gestione della cosa?

Poteva essere un piccolo segnale in controtendenza. «Ecco, potevano dire gli amministratori, finalmente siamo assolutamente trasparenti ed equi nell’uso delle risorse pubbliche». E invece? Invece, siamo al solito “pepocchio” a fini elettorali. Fino a quando abuserete della nostra pazienza?”