#ABOLIREQUITALIA: battaglia di civiltà, anche a Benevento

Se il compito di un soggetto politico “popolare” è anche quello di ascoltare il disagio e la sofferenza di tanti cittadini vessati, ebbene, possiamo dire che Abolirequitalia a Benevento, il 20 febbraio, ha assolto al compito. Nel corso della giornata, infatti, decine di cittadini si sono fermati per leggere la proposta di legge del M5S e lasciare suggerimenti scritti davanti alla sede di un’agenzia che, nell’immaginario collettivo, disattende a quella funzione di giustizia sociale cui il nome dovrebbe alludere. In particolare, nei fogli raccolti dal M5S emerge una stridente contraddizione: essendo un soggetto privato, Equitalia non può che tutelare i propri interessi, finendo con l’apparire, giustamente, come concausa della rovina di onesti lavoratori (non evasori fiscali!) che, per la crisi, hanno enormi difficoltà a rispettare scadenze-capestro. «Fate del male» «Ci state rovinando» «Usurai». Sono le espressioni più benevole che abbiamo raccolto nella lunga giornata di colloquio avuta con la cittadinanza. La questione più battuta dai suggerimenti è quella dei tassi altissimi che vengono applicati. Inutile dire che la proposta di legge del Movimento ha raccolto ampio consenso. Abolire Equitalia, allora, anche a Benevento, appare non più solo un gesto di giustizia verso le tante vittime ma un gesto di civiltà, che faccia uscire dall’oppressione i cittadini. Il disagio emerso appare amplificato dalla constatazione che i grandi evasori non solo non vengono perseguiti ma addirittura appaiono tutelati se non esplicitamente protetti. Tutti i cittadini, condividendo la proposta di abolizione, hanno richiesto il ritorno delle funzioni di Equitalia all’Agenzia delle Entrate, un ente che non fa profitto sulle tasse dei cittadini.
Ci sono quattro buoni motivi per abolire Equitalia:

1) È inefficiente: nei quasi dieci anni di attività ha incamerato mediamente solo il 10% dell’intero monte riscossioni.
2) Le riscossioni hanno riguardato per il 20% i cosiddetti “grandi debitori” e per l’80% i piccoli e medi debitori.
3) Il capitale è al 51% dell’Agenzia delle Entrate e al 49% dell’Inps per cui non si comprende perché l’Agenzia delle Entrate abbia esternalizzato il servizio.
4) I dipendenti di Equitalia in questo modo godono di un contratto di lavoro parificato a quello dei bancari.
La giornata ha avuto anche un momento di tensione quando, andati via gli operatori della stampa, alcuni dipendenti di Equitalia sono scesi per criticare veementemente e con modi poco urbani la nostra iniziativa. Abbiamo cercato di spiegare loro che il M5S non farà mai iniziative contro i lavoratori e che la proposta di legge prevede (al comma 2 dell’art. 3) l’assunzione del personale presso l’Agenzia delle Entrate.
Ogni giorno che Equitalia continua ad esistere c’è un potenziale suicida in più.

Il M5S continuerà la sua doverosa battaglia di civiltà anche a Benevento.

20150220_152811

Movimento 5 Stelle Benevento

Annunci

Informazioni su Gianfranco De Luca

Vedi social

Pubblicato il 23 febbraio 2015, in News con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: