Archivio mensile:dicembre 2014

Logisticamente muore… una città. C’è del metodo in questa follia?

pepedec

Negli ultimi tempi, è tornata ad occupare le cronache politiche cittadine la logistica. Conferenze stampa e annunci da parte del Sottosegretario Del Basso De Caro e del Sindaco Pepe che, con l’avallo di tutto il PD locale, hanno cantato «le magnifiche sorti e progressive» della città e dell’intero SANNIO. Il futuro, dunque, è tutto affidato a questa corposa e complicata parola-mantra: “logistica”. L’idea (figlia della “politica creativa”) è quella di utilizzare la zona industriale di Contrada Olivola per un polo di interscambio dove merci provenienti da strade, autostrade, ferrovie e porti possano trovare un unico punto di smistamento. In realtà, il Piano Urbanistico Comunale prevedeva già una logistica, quella dell’Ikea, rimasta una bella macchia sulla cartina, dopo la “fuga” degli svedesi… Poi fu la volta del Datacenter delle Poste, ma, dopo la solita politica degli annunzi roboanti, anche quella è rimasta… una lettera smarrita. Dunque, che destinazione dare a questa sfortunata zona? Gli attenti strateghi del PD sannita sono al lavoro: sognano e pianificano i futuri corridoi europei che si incrociano a Benevento, il raddoppio della Telese-Caianello, la Linea Alta Capacità, Contrada Olivola trasformata in un enorme centro di smistamento con Tir che arrivano scaricano grandi muletti che fanno scendere container dal treno. Bello, no?

Leggi il resto di questa voce

Annunci

“Stefano Caldoro batti un colpo”

In un comunicato congiunto i portavoce alla Camera dei Deputati Carlo Sibilia e al Parlamento europeo Piernicola Pedicini del M5S, si rivolgono al presidente della Regione Campania affinché faccia sapere a che punto è l’iter di presentazione del ricorso alla Corte costituzionale contro gli articoli 36, 37 e 38 della legge Sblocca Italia che consente trivellazioni selvagge in tutta Italia senza il parere delle comunità locali. I due portavoce pentastellati chiedono al governatore di spiegare se la Regione Campania intende rispettare l’ordine del giorno approvato all’unanimità il 5 novembre scorso dal Consiglio regionale campano con cui si impegnava la Giunta a ‘intraprendere qualsiasi iniziativa utile per chiedere la modifica della legge Sblocca Italia’. Leggi il resto di questa voce

Governo Renzi in TILT, Vacciano: “state mettendo la fiducia su Topolino”

Sulla legge di stabilità 2014 il governo Renzi tocca veramente il fondo, mettendo la fiducia su un testo presentato all’ultimo momento e pieno di errori. Queste cose l’informazione nazionale difficilmente le dirà, parlando semplicemnte di “fiducia accordata sulla legge di stabilità”

La tristissima realtà per il popolo italiano è purtroppo un’altra.

Ad esempio ecco l’ultimo post pubblicato su Facebook dal portavoce M5S Roberto Fico:

Ve lo voglio dire per l’ennesima volta. Questo governo fa schifo. Ieri sera hanno davvero raggiunto il massimo mettendo la fiducia sulla legge di stabilità su un testo nel quale c’erano mille errori sia formali che sostanziali, duplicazioni di emendamenti, imprecisioni, comma inesistenti. Lavorano in un modo così approssimativo e da tali dilettanti allo sbaraglio che si rimane davvero a bocca aperta. Per queste persone la vita e il futuro dei cittadini è un gioco. Contano solo i loro interessi e nient’altro. Lo dico a tutte le persone che votano: a questa gente di voi non frega nulla, siete il nulla, lo zero assoluto, siete consumatori o voti. Tutto qui, questa è la considerazione che hanno di voi questi governanti. Napolitano e Grasso non sono da meno. O insieme abbiamo la forza di cacciarli, ma cacciarli in modo dirompente oppure questo Paese è destinato a scomparire. Renzi è peggio di una macumba per L’Italia. Cacciamoli!”

E questo è l’intervento di ieri sera del senatore M5S Giuseppe Vacciano:

Una giornata particolare: non dimentichiamo Davide Cervia

fuoco amico

Il giorno 15/12/2014 un folto gruppo di attivisti e simpatizzanti del M5S del Sannio si è recato in visita alla Camera dei Deputati a Roma su invito del portavoce Angelo Tofalo. L’occasione è stata importante per vedere “da dentro” alcuni dei palazzi del potere dove, ogni giorno, i ragazzi del M5S si battono per il bene dei cittadini italiani. L’esperienza sarà ripetuta nei prossimi mesi cercando di coinvolgere anche i cittadini interessati.
Ancora più importante è stata l’opportunità di partecipare, nel pomeriggio, alla presentazione del film-documentario “FUOCO AMICO” di Francesco Del Grosso.
Il film racconta l’incredibile vicenda di Davide Cervia, il protagonista di un’altra (l’ennesima) pagina nera della repubblica italiana. L’ex marinaio Davide è stato rapito 24 anni fa e da allora sua moglie, con l’aiuto dei familiari e di giornalisti ed amici riuniti in un comitato, ha portato avanti la ricerca senza fermarsi davanti ad intimidazioni, minacce, depistaggi messi in atto da servizi segreti “deviati” e politici e militari consenzienti. Oggi il M5S, soprattutto con i 3 membri del COPASIR Tofalo, Marton e Crimi, è vicino alla famiglia di Davide in questa battaglia che avrebbe bisogno anche di un aiuto fondamentale dal governo italiano che, chissà perché, tarda ad arrivare.
Il dibattito che ha seguito il film ha visto protagonisti il giudice Ferdinando Imposimato, Licia D’Amico, l’avvocato della famiglia Cervia, l’ex senatore Russo-Spena, l’ammiraglio Falco Accame, la senatrice del M5S Michela Montevecchi e la moglie di Davide Cervia, Marisa.
Si può vedere la registrazione integrale del dibattito (consigliatissimo) a questo link:
http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2014/12/fuoco-amico-la-storia-di-davide-cervia-diretta-streaming.html
Alla fine Angelo Tofalo ha invitato a divulgare questa incredibile storia ed a sostenere il ricordo di Davide Cervia: questo è il nostro piccolissimo contributo, vi preghiamo di apprendere la storia di Davide e di condividerla con i vostri conoscenti: sperando che la sua diffusione serva affinché prima o poi lo STATO, il nostro STATO, si prenda le sue responsabilità e restituisca la dignità rubata ad un suo servitore ed alla sua famiglia.

Il trailer del film:

Mensa scolastica a Benevento: una precisazione dovuta.

Il meetup Grilli Sanniti, in riferimento alla recente nota di Altrabenevento relativa alle anomalie sulla mensa scolastica, precisa che il gruppo segue con interesse gli sviluppi della denuncia presentata. Peraltro il Presidente dell’Associazione sa bene, essendo stato presente all’incontro del 22 novembre con Luigi Gallo (Facciamo Scuola?), quanto la questione stia a cuore agli attivisti beneventani, che non si sostituiscono agli organi preposti alle indagini, ma propongono un’alternativa concreta: da un anno il gruppo di Benevento ha presentato al Comune una proposta di Mensa Bio e a KM 0 con possibilità di mensa aperta ai genitori, idea peraltro apprezzata dallo stesso Corona, anche per le possibili ricadute positive delle aziende agricole locali. La stessa proposta, non avendo ricevuto risposta alcuna dal Comune, è stata sottoposta all’attenzione del Prefetto.

Nei prossimi giorni, si continuerà a spingere per il rispetto della legge sulla mensa Bio, proposta dal M5S ed approvata in Parlamento (si tratta del D.L. del 12 settembre 2013, n. 104, convertito in legge l’8 novembre 2013, precisamente art. 4, ai comma 5-bis e 5-quater).

#fuoridalleuro: da sabato 13 dicembre anche i Grilli Sanniti in campo!

Sabato 13 dicembre inizia la raccolta delle firme, promossa dal Movimento 5 stelle, per la legge popolare sull’uscita dall’euro alla quale seguirà in Parlamento la proposta di referendum consultivo. Il meetup “Grilli Sanniti – amici di Beppe Grillo di Benevento” sarà presente sabato 13 e domenica 14 in piazza Risorgimento a Benevento (mattina: 10.30-13 pomeriggio: 17-21) con un gazebo presso il quale verranno raccolte le firme e saranno date informazioni riguardo l’iniziativa.  Altri gazebo saranno allestiti in provincia dai locali gruppi a cinque stelle a Montesarchio, Telese Terme, Pesco Sannita.
Sono disponibili materiali informativi a questo indirizzo: http://www.beppegrillo.it/2014/12/domande_e_risposte_sulluscita_dalleuro.html

firmacontroleuro