“Hanno abolito il voto popolare…”

voto cosa loro

Volendo usare il politichese o tecniche che appartengono ad ambienti che puzzano di vecchia politica dovremmo cominciare con qualcosa tipo “facendo gli auguri di buon lavoro al neo presidente”….. oppure “anche se non siamo d’accordo sulle modalità rispettiamo la scelta…”….ED INVECE NO! NON CI STIAMO, E LO RIBADIAMO FORTEMENTE!

Domenica 12 ottobre 2014, presso la Rocca dei Rettori di Benevento, è andata in scena la macchietta delle elezioni provinciali.
“Hanno abolito il voto popolare” è il motivetto che abbiamo usato per ricordare ai cittadini “normali” come noi ed a quelli appartenenti alla casta che il VOTO CI E’ STATO RUBATO, le province non sono state abolite, E’ STATA ABOLITA SOLO LA DEMOCRAZIA. Alla fine resta tutta una questione di “percezione”: di mancanza di democrazia, di pressante bisogno di casta, di arroganza, di voglia di farsi sentire.
Andiamo con ordine: 

La percezione di mancanza di democrazia: pare che domenica, A PAROLE, l’avessero quasi tutti i consiglieri comunali ed i sindaci che si sono recati alle urne: bene, NESSUNO, e sottolineiamo NESSUNO, ha accolto l’invito a mettersi a protestare con noi attivisti e simpatizzanti a 5 stelle di tutto il Sannio.
La quasi totalità dei “GRANDI ELETTORI” (sigh!) “intervistati” si è dichiarata “dalla nostra parte”, adducendo però le motivazioni più disparate per giustificare il proprio voto, ad esempio:
“Per senso di dovere”, “Per rispetto delle istituzioni”, “perché il nostro paese è ancora un po’ di sinistra ma si sta facendo largo anche il Movimento 5 stelle”, “Mah”, “sono obbligato”, “perché voi non avete fatto l’accordo con Bersani” (COSAAA???), fino ad arrivare ai 2 più incredibili: un consigliere donna di un comune della provincia che ha detto che “il voto è un diritto” (SENZA PAROLE!!!!!) ed un giovane consigliere sempre della provincia che, insieme a 3 suoi colleghi, alla nostra domanda se fosse giusto che ai cittadini sia impedito il voto ha risposto “Ed a voi sembra giusto impedire il mio voto?”. I nostri nonni avrebbero detto…..ZITT’ A CHI SAPE U’ IUOC’.

La percezione di pressante bisogno di casta: davanti la Rocca dei Rettori si sono viste sfilate di “califfi” della politica come non se ne vedevano dai tempi della DC di Mastella e/o del PSI di Craxi (e soci)…gente fasciata con l’abito buono (qualcuno derivante da matrimoni ormai decennali) che veniva a rendere gli onori ai mammasantissima della politica sannita i cui lacché erano ben distribuiti su tutto il territorio antistante il seggio elettorale. FUORI LA ROCCA LA CASTA CAMPA, DENTRO LA ROCCA LA CASTA si autoVOTA.

La percezione di arroganza, succedanea e compelementare alla precedente, ha raggiunto il suo apice con il  materializzarsi di un ex-ministro attualmente indagato (e per questo premiata da PD, NCD e compari vari con la vicepresidenza di una giunta parlamentare) che ha pensato bene di farsi vedere un paio di volte per ricevere i saluti ed i ringraziamenti bipartisan, baci e abbracci da tutti i COMPAGNI del partito unico. E FORZA ITALIA….. (nuovo inno del PD).

La percezione della voglia di farsi sentire: mentre a Roma, al circo Massimo, si festeggiava quella magnifica festa di democrazia che è stata Italia a 5 stelle, nel nostro piccolo circo sannita attivisti, simpatizzanti del M5S e qualche cittadino (pochi questi ultimi, comunque importanti) hanno messo su una pacifica protesta per gridare alla CASTA che i cittadini ESISTONO e faranno di tutto per riprendersi le istituzioni. Senza voglia di apparire, senza personalismi, senza interesse alcuno ma con un solo obiettivo: IL NOSTRO PAESE (e scusate se è poco).

Per finire un plauso ai consiglieri comunali ed ai sindaci che non si sono recati al voto e che pubblicamente hanno dichiarato la loro contrarietà a questo modo osceno di intendere la democrazia inventato da Renzi e Berlusconi: li avremmo voluti vedere sotto la rocca a protestare con noi,  ma va bene così, almeno qualcosa hanno fatto (sono pochi, troppo pochi, purtroppo).

“hanno abolito il voto popolare….”

Annunci

Informazioni su Gianfranco De Luca

Vedi social

Pubblicato il 14 ottobre 2014 su Apri gli occhi, Fiato sul Collo, Gazebi, Iniziative. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: