L’onestà andrà di moda anche a Benevento… per noi è un obiettivo non un sogno!

COPERTINA POST

In data 02/04/2014 è stata presentata alla camera dalla ns. portavoce  Giulia Sarti un’interrogazione a risposta orale sulla situazione di legalità della nostra amministrazione comunale.
Per amore del nostro popolo non possiamo tacere e dobbiamo senza sosta andare avanti fino a fare chiarezza. Nel comune di Benevento negli ultimi anni diversi dirigenti dell’amministrazione comunale, tra i quali il sindaco di Benevento, sono stati protagonisti di alcune vicende oggetto di indagine da parte della magistratura e delle forze dell’ordine. Riportiamo sempre le parole del gip Cusani che brucia nei cuori dei beneventani onesti e che non si rispecchiano in esse:

 “.. nel più rozzo favoritismo e nel mercimonio della funzione, non più svolta nell’interesse esclusivo della collettività, ma per perseguire utilità ed interessi privati propri, di familiari, di persone o imprese amiche….. Ed anche “… Emerge in particolare la mediocrità del personale tecnico e dirigente… che a parte la palese disonestà manifestata…appare del tutto inadeguato. I dirigenti ed i tecnici vengono fuori… come i vasi di coccio di manzoniana memoria, stretti nella morsa costituita da una parte dall’arroganza dei politici disonesti… e dall’altra dalle blandizie e dai favori offerti da imprenditori spregiudicati”.

Noi vogliamo mettere fine a questa oscena situazione. L’11 ottobre 2013 i nostri portavoce Sibilia, Tofalo, Giordano, D’Incà e Nuti presentavano un’interrogazione parlamentare nella quale esponevano la preoccupante situazione della città di Benevento. Detta interrogazione non ha ancora ricevuto risposta nonostante la gravità dei fatti esposti e nonostante gli stessi abbiano in data 10/02/2014 esperito formale sollecito. Dopo gli ultimi avvenimenti non possiamo che spingere a che si faccia qualcosa. Ma questa volta l’interrogazione a firma di Sarti, Tofalo, Giordano, Colonnese e Sibilia vuole svegliare la Prefettura che ha fino ad ora ha assistito in modo passivo, se non dormiente, l’evolversi dell’inquietante situazione. E’ stato chiesto in questa interrogazione parlamentare, e lo chiediamo anche noi come gruppo locale, che la prefettura di Benevento attivi la procedura all’articolo 143 del testo unico degli enti locali e cioè lo scioglimento del consiglio comunale conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare.

A questo link il testo dell’interrogazione parlamentare presentata:  http://goo.gl/wL7xUr

 

Annunci

Informazioni su Gianfranco De Luca

Vedi social

Pubblicato il 3 aprile 2014 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: