AUGURI A 5 STELLE MA ……………..SOLO AI BUONI, DI CHIUNQUE SIANO FIGLI !

Vittorio Giangregorio, meetup Grili Sanniti

Vittorio Giangregorio, meetup Grilli Sanniti

Sono rimasto particolarmente colpito dalle parole spese su di me sul nuovo e bellissimo portale del PD locale (http://dem24.it/). Ho seguito con attenzione questa nuova iniziativa imprenditoriale in un periodo di crisi al di là delle ovvie considerazioni sul suo finanziamento.

Mi ha colpito la capacità investigativa dell’articolo con l’Assessore dimissionario in balcone nonché l’attenta nuova rubrica la “Botola” con una approfondita analisi sulla necessità del finanziamento ai partiti ed infine il nuovo corso del PD con il sondaggione per eleggere il Democratico dell’anno.

Leggere di me e tra l’altro qualcosa di vero mi ha colpito. Effettivamente sono figlio di mio padre che fa l’architetto ed effettivamente ho conosciuto Luigi Bocchino che ancora oggi rappresenta per me un punto di riferimento. Nessun politico locale ha lasciato un segno così tangibile nei suoi oltre 50 anni ininterrotti di amministrazione spesi al servizio del suo paese e dei suoi concittadini. L’autrice dell’articolo, Teresa Ferragamo, non la conosco,  so che è di Apice e l’ho incontrata in una manifestazione da lei organizzata su architettura e bambini: l’avevo lasciata a scrivere contro l’Amministrazione Pepe dalle pagine del plurifinanziato pubblicamente Sannio Quotidiano in compagnia dei Berlusconiani. Effettivamente pare sapere chi sono ma, purtroppo, dimostra di non conoscere né me né tantomeno gli Amici del meetup Grilli Sanniti (http://www.meetup.com/grillisanniti/), Movimento 5 Stelle di Benevento.

Tralasciando il fatto che in realtà sono costretto a vivere del mio lavoro è il resto che non risponde alla realtà. Nessuno di noi, infatti, è abituato a dire parolacce, ad insultare né tantomeno a tuonare e, soprattutto, nessuno dirige nulla; noi non facciamo anti-politica ma facciamo POLITICA VERA tra la gente, raccogliamo i bisogni e le idee, le trasformiamo in petizioni, osserviamo, ascoltiamo, chiediamo, proponiamo e lo facciamo sottraendo un po’ di tempo alle nostre famiglie ed al nostro lavoro. Quello che però mi ha colpito “profondamente e nell’orgoglio” è l’immagine del Partito Democratico locale che traspare da quest’ultimo scritto e dall’intero sito internet. Sembra davvero che esistano due diversi mondi paralleli: in uno c’è assopito il PD e in un altro reale ci siamo noi. E’ talmente grande la distanza tra chi si propone di “tenere le orecchie a terra” per capire e chi sale sulle gru per farsi vedere che davvero, tale spazio, non appare più colmabile. Nella drammatica situazione in cui versano il paese, l’intero territorio e la città,  il PD teme e attacca i grillini rei di aver ripreso il Consiglio Comunale, di aver presentato istanze al protocollo ufficiale del Comune di Benevento, di aver addobbato un albero lungo il corso e di aver, con le loro poche risorse, messo su addirittura questo blog .

La tecnica scelta è poi delle più efficaci, come i commenti degli stessi iscritti dimostrano: attaccare sul piano personale qualcuno di loro e così dimostrare che il PD è bello e ovviamente che “cambiare si può”! Sembra quasi un torto svegliarli da tale torpore ma sembra oltremodo cattivo lasciare il PD nella assoluta incapacità di comprendere il mondo esterno. Assomiglia ad un cieco tra le strade di una città trafficata e per carità va aiutato.

Ed allora qualcuno dica al Partito Democratico che e’ lui stesso ad Amministrare il Comune con una Amministrazione plurinquisita, non il Movimento 5 stelle! Qualcuno dica al PD che Amministra anche quel che resta della Provincia ! Ditegli che il finanziamento pubblico ai partiti e’ stato abolito anni orsono da un referendum e pertanto quei soldi restano illeciti o rubati e non bastano opinioni per cambiare le leggi! Ai nuovi volti e al nuovo che avanza fate leggere lo statuto del PD (art. 5) e la storia recente di Benevento! Per sapere cosa accade in Giunta fate un giro nei Bar del viale Mellusi ! Per “capire il malessere” non fate gli indiani ma alzate la testa e guardatevi intorno. Non resistete più, non pagate più per colpe altrui, non salvate più nulla piuttosto rassegnatevi! I parvenu della politica , assieme ai populisti, assieme agli incompetenti, assieme ai figli di papà sono già OLTRE e già vedono le stelle; la luce indicata da Letta che vedete alla fine del tunnel e che vi fa sperare è in realtà un treno con Beppe Grillo alla guida ! Quasi quasi è meglio che rimaniate nel vostro limbo dorato un altro pò mentre fuori tutto scorre. Ma non è più possibile perdere tempo , vuol dire che è giunta l’ora di svegliarsi e cercheremo di contribuire anche noi a partire dalla prossima settimana ! Ma non solo IO, purtroppo per voi, bensì i cittadini ed il M5S!

ps1. il nuovo portavoce del gruppo Grilli Sanniti di Benevento (che, diversamente dai CARI LEADER del PD, ruota ogni tre mesi) è Pierluigi Minicozzi,  musicista, figlio d’arte, con un padre musicista e una madre. Figlio di qualcuno, quindi.

ps2. AUGURI A 5 STELLE MA ……………..SOLO AI BUONI, DI CHIUNQUE SIANO FIGLI !

V. G.

Annunci

Informazioni su Gianfranco De Luca

Vedi social

Pubblicato il 3 gennaio 2014 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. paolo mario citarella

    ben scritto! la Ferragamo, evidentemente abituata a ragionare per schemi, ha bisogno di chi le chiarisca le idee … ma potrebbe essere un tentativo vano … il PD è un carrierificio (per gente di bocca buona) che richiede conoscenza e pratica degli schemi di gioco, non di altro!

  2. paolo mario citarella

    confesso che non ho resistito e sul sito del PD ho risposto anch’io alla Ferragamo:
    “Come da copione, quando mancano gli argomenti, quando latitano le idee, quando non ci sono meriti spendibili del proprio partito (!), allora si attaccano le persone. E quando mancano pure gli argomenti relativi alla persona, si ricorre all’albero genealogico.
    Questo modo di fare non ha molto a che spartire con ciò che è informazione, ma tanto somiglia a propaganda a buon mercato (quella per intenderci che nemmeno richiede tanto impegno … alla Renzi per dirla tutta).
    Conosco da poco Vittorio Giangregorio, non sono iscritto al M5S, ma come lui e alcuni milioni di italiani condivido l’idea che oggi è necessario più che mai cambiare e che per cambiare l’Italia occorre, diversamente dai partiti (quelli che hanno affossato il Paese e che, in più, si sono presi e si prendono i soldi pubblici, spacciandoli per finanziamento o rimborso elettorale, nonostante referendum e pronunce giurisdizionali), assumere impegni e responsabilità concrete e disinteressate verso la comunità.
    Se, gentile Ferragamo, avesse voluto considerare i fatti (i fatti che voi del PD non volete considerare e spesso nemmeno riuscite a leggere nella realtà che vi circonda), allora di ben altro avrebbe dovuto parlare. Non conosco la sua età, ma sa dirmi cosa ha in comune un giovane con la attuale classe dirigente del PD sannita? con De Caro, con Pepe? sa dirmi che convenienza ha un giovane, uno che ha lo sguardo verso il futuro, a ignorare la dura e cruda realtà attuale e chi ne è causa? e chi ne è causa per tanta parte è proprio la classe dirigente del PD, locale, regionale e nazionale. Quella classe dirigente che per decenni ha occupato poltrone e potere e non ha saputo gestire la cosa pubblica, portando la comunità sannita e regionale al punto in cui siamo.
    Ora Le domando: cosa ha voluto significare scrivendo il pezzo sul Giangregorio figlio di papà? ha individuato qualche magagna irriferibile, qualche reato, qualche furberia, qualche attacco alla morale? qual è il danno per la comunità sannita che ha scoperto e qual è l’eventuale morale che vuole evidenziare? o meglio ancora, qual è il messaggio politico che – in quanto esponene del “nuovo” PD – Lei ha voluto veicolare? ce lo spieghi, perché è possibile che (almeno a me) sia sfuggito a qualche lettore.
    Chiudo, suggerendole di proseguire nella sua attività giornalistica, magari dando spazio a vicende concrete e urgenti. Non ne mancano a Benevento: può fare (magari come Renzi) riferimento alle attività concrete che il M5S in Benevento porta avanti faticosamente, ma con molta linearità e ben poco propagandismo.
    Indaghi sui conti o scriva sulle disavventure giudiziarie del Comune di Benevento; dica qualcosa sulla lunghissima carriera di De Caro; sulla transumanza di politici di professione da e verso il PD. Affronti i temi del territorio urbano o del lavoro. O della sanità spolpata e inefficiente. Insomma, qualcosa che non sia a buon mercato. E allora volentieri leggeremo e scriveremo con il piacere di dibattere – magari partendo da posizioni diversissime – i temi concreti e importanti del nostro territorio e cercare poi soluzioni. Ci risparmi però la storia degli antenati degli iscritti del M5S.
    saluti”

  3. paolo mario citarella

    13:14 ho dovuto reinserire il commento sul sito (http://dem24.it/) del pd: era … scomparso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: