Trasparenza Amministrazioni Pubbliche: la Civit risponde ai Grilli Sanniti

civitIl principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, viene sancito attraverso il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull’operato delle istituzioni e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.

Il nostro gruppo in data 3 ottobre ha inviato segnalazione al Civit relativo al sito del Comune di Benevento che soddisfa solo 6 indicatori di trasparenza su 69.  E’ normale che su un tema che è stato un punto della campagna elettorale dell’attuale amministrazione non ci sia il rispetto dei parametri di legge? Sarà un caso che non ci sono informazioni sulle consulenze, incarichi amministrativi, assenteismo, pagamenti, società partecipate, beni immobili, patrimonio immobiliare, pianificazione…?

A seguito della nostra segnalazione qualcosa inizia a muoversi. L’autorità Nazionale Anticorruzione  e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche ci ha comunicato che  la Commissione, nella seduta del 29 Ottobre 2013, nell’esercizio dei propri poteri di controllo, ha richiesto al Comune di Benevento e al Responsabile della trasparenza di fornire notizie in merito all’asserito mancato adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, invitando altresì l’amministrazione a colmare tempestivamente le carenze segnalate.

Come sempre attendiamo fiduciosi, nel frattempo controlleremo che i parametri sulla trasparenza vengano rispettati e giusto per vanto apprendiamo e diffondiamo che il sito per la Pubblica Amministrazione più trasparente, con il 100% dei requisiti, è quello del Comune di Parma. Come mai?

di seguito la lettera inviata dalla Civit al Meet up  Grilli Sanniti:

risposta civit1

Annunci

Pubblicato il 26 novembre 2013 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. paolo mario citarella

    Una iniziativa che trovo molto interessante e di valore, da esportare in tutte le Amministrazioni. Il ricorso al CIVIT può essere diffuso tra i cittadini con una adeguata campagna di informazione e diventare un grimaldello per aprire i “sancta sanctorum” della Casta. In questo caso va rilevato che una consistente responsabilità è in capo non ai politici ma agli amministrativi, a partire dal Segretario Generale.
    Aggiungo che la risposta del CIVIT si può aggiungere ad un eventuale ricorso alla corte dei Conti della Campania per chiedere la verifica di un eventuale danno erariale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: