“La più grande truffa di tutti i tempi” – Analisi Finale del Convegno di Morcone a cura di Gerardo Mercurio

CONVEGNO MORCONE “La più grande truffa di tutti i tempi”

DOMENICA MATTINA 13 ottobre 2013

a cura di Gerardo Mercurio:

Con i 2 video, ognuno dei quali rispettivamente di 35 min. e 2 ore relativi al convegno di Morcone del 13 ottobre scorso, si concludono i lavori de “La più grande truffa di tutti i tempi”.

L’argomento con la quale si apre questa seconda giornata conclusiva è “La leggenda del debito pubblico”.  Apre ufficialmente i lavori il Dr. Salvatore Tamburro, il quale inizia facendo una breve descrizione del FMI (Fondo Monetario Internazionale), dei dati della disoccupazione totale e giovanile e dello stato generale della nostra economia sotto il diktat o comando della CE.

In proposito afferma che oltre alla già gravissima situazione economica del nostro Paese dobbiamo considerare che dal 2014 partirà il famoso pareggio di bilancio dello Stato mentre dal 2016 partirà il Fiscal Compact che significa altri 45 miliardi di Euro da tagliare dal nostro bilancio della spesa pubblica. Il tutto ovviamente aggraverà ancora di più la nostra già delicatissima condizione ( da considerare che questi soldi da versare alla CE dovranno per forza di cose essere presi a debito, quindi aumento debito pubblico, aumento interessi). La situazione è davvero inverosimile a livello europeo, la sola Germania fino ad ora si è avvantaggiata delle politiche comunitarie. Le aziende stanno fallendo a ritmi eccezionali, le tasse hanno raggiunto livelli impressionanti (64%) e nel nostro beneamato Paese si parla soprattutto e prevalentemente di Berlusconi, delle larghe intese, dei costi della politica, auto blu, PD e PDL….(argomenti importanti, ma sembrano messi apposta per evitare di parlare in modo chiaro, comprensibile ed inequivocabile di Politiche Comunitarie, Euro, Finanza, Debito Pubblico, interessi sul Debito…… )

Alla politica italiana, al nostro Parlamento, viene lasciato quale unico strumento di politica economica solo la possibilità di aumentare o diminuire le tasse, tutto il resto viene gestito per noi dalle politiche economiche CE che ci impongono il rispetto delle “regole”, ovvero il rispetto dei vari trattati firmati e ratificati anche dal nostro Paese per mano di precedenti primi ministri della Repubblica e dello stesso Napolitano.

Il primo video di 35 minuti si conclude con un intervento del Dr. Alessandro De Angelis il quale collegandosi a quanto aveva già espresso il giorno prima afferma che il Debito Pubblico andrebbe detestato, non riconosciuto come è già successo per esempio in Islanda e Iraq. Andrebbe riconosciuto solo il 10% dei totali 2075 miliardi di debito perché in mano a famiglie ed aziende italiane.

Il secondo video di circa 2 ore si apre con l’intervento di Daniele Pace, che afferma un principio sacrosanto ovvero che per cambiare le cose dovremmo prima cambiare noi, rendendoci direttamente partecipi alle problematiche politiche nazionali ed europee.

Parla del Fiat Money o meccanismo fiduciario nell’accettazione del valore nominale della moneta, riporta il pensiero economico e monetario del Prof. Auriti che ha sempre affermato che la proprietà della moneta dovrebbe essere del popolo sovrano. Alle Banche che stampano moneta andrebbe riconosciuto solo il simbolo o simboli stampati sulla moneta e i costi di stampa ( in media tra i 20-30 eurocent). Al popolo deve essere riconosciuto il valore nominale della stessa ovvero il valore stampato sulla carta per esempio 50,100, 200 Euro e così via.

L’intervento di Padre Quirino è volto a condannare ancora una volta le Lobby Bancarie e Finanziare che stanno strangolando intere nazioni e conducendo al suicidio migliaia di persone per lo più imprenditori.

Carlo Sibilia Parlamentare cinque stelle, si sofferma a parlare sulla nostra perdita di sovranità. Inoltre dice che ormai siamo arrivati ad una condizione in cui tutti i Paesi comunitari “soffrono” di Debito Pubblico ad eccezione della sola Germania, per la quale l’attuale politica economica e monetaria europea sembra un vestito fatto apposta per lei. In una Europa democratica e veramente unita questo non dovrebbe succedere, i debiti dei singoli Paesi andrebbero cumulati e l’Europa dovrebbe farsene carico.

Letta è andato a New York per privatizzare e vendersi pezzi d’Italia a prezzi irrisori alle solite Lobby che ci stanno strangolando. In effetti dovrebbe essere già nata  una Agenzia in Italia che dovrebbe farsene carico e curare queste transazioni. Le privatizzazioni rappresentano l’ultimo atto di perdita di sovranità.

Sibilia è un componente della Commissione Affari Esteri e in tale veste ci parla dell’attuale crisi egiziana che a differenza di quanto riportano i Media nazionali ci racconta un’altra verità: ovvero che dietro tutta la “faccenda” ci sia il FMI (fondo monetario internazionale) sulla carta nato per “aiutare” Paesi in crisi ma nella realtà è finalizzato ad entrare direttamente nella politica dei Paesi in crisi e dettare le sue leggi e condizioni.

Oggi il nostro Popolo è disinformato, i Media fanno passare ciò che le Lobby vogliono e noi restiamo nella totale ignoranza rispetto a quello che avviene non solo in termini nazionali ma anche internazionali. Il Movimento 5 stelle è l’unico che cerca di informare i cittadini correttamente , è l’unico che lotta contro questo sistema corrotto ed impopolare ed è l’unica forza politica a inserire nel proprio programma un referendum sull’Europa e sull’euro. Per cercare di alleviare i nostri problemi, in Parlamento verrà chiesta una moratoria sui primi 15 miliardi di euro da versare in Europa nei primi 5 anni per il fondo salva stati o MES. Si sta studiando inoltre la possibilità di presentare e dibattere in Parlamento l’opportunità di rendere il nostro debito pubblico detestabile.

All’intervento di Sibilia segue quello di Sergio Puglia, Senatore del Movimento 5 stelle, il quale riprendendo quanto già detto da precedenti interventi punta il dito sulla cattiva informazione e afferma che solo i cittadini informati potranno tirarci fuori dall’attuale sistema politico finanziario. Parla di possibili alternative per uscire fuori dalla crisi tra cui, per esempio, la possibilità di creare una moneta alternativa per i Paesi più in crisi.

Il convegno termina con un lungo intervento del Dr. Alessandro De Angelis il quale spiega e documenta l’attuale origine di Gesù e quale sia il suo vero nome. Un vero scoop mondiale.

1385390_551807761554431_206177093_n

Annunci

Pubblicato il 20 novembre 2013 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: