Archivio mensile:novembre 2013

V3DAY “Andiamo oltre” – Per il Terzo V-Day SCHERMO GIGANTE ANCHE A BENEVENTO

vday

Domenica primo dicembre si svolgerà a Genova il terzo VDAY, denominato questa volta OLTRE. (http://www.beppegrillo.it/v3day/)

Il popolo a 5 stelle si è dato appuntamento nella città del suo fondatore per segnare una nuova tappa fondamentale per il movimento di cittadini nato il 4 ottobre del 2009 che in soli 4 anni è riuscito ad entrare nel parlamento nazionale ed in tanti consigli regionali e comunali: e questo senza godere dei finanziamenti pubblici tanto cari ai partiti tradizionali, anzi, il M5S come si sa è l’unico movimento a restituire i “rimborsi elettorali” (aboliti per referendum dal popolo italiano ma reinseriti con una legge truffa dai partiti mangioni) e gran parte degli stipendi dei consiglieri e dei parlamentari.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

La “Tecno-Pepe” S-Vende i Beni del Comune di Benevento!

tecnopepe

…a questa locandina ironica, ma non tanto, non aggiungiamo parole!

Clicca e fai la tua offerta: http://www.comunebenevento.eu:8085/JSFService/faces/alboPretorio.xhtml

Resoconto Riunione – Gruppo “sviluppo-agricoltura­-politiche europee” – 27/11/2013

GRUPPO Sviluppo – Agricoltura – Politiche Europee

programma 27 settembre PAC bozza 3

Resoconto a cura di Gerardo Mercurio

Ieri sera si è riunito  alle 19.30 il gruppo di lavoro, “sviluppo-agricoltura­-politiche europee”, presso uno studio professionale in Viale Mellusi a Benevento ed ha discusso dei seguenti punti all’OdG:

1) Stato dell’organizzazione del convegno;

2) Uso dei Poster cittadini;

3) Varie ed eventuali.

Riguardo il primo punto si è constatato che al momento le possibili sedi del convegno che abbiamo contattato non sono disponibili per il 4 gennaio così come alcuni relatori. Al momento i relatori che hanno dato la disponibilità per detta data sono Francesco Amodeo, Angelo Tofalo e Carlo Sibilia. Siamo in attesa di conferma da Sergio Puglia, Claudio Messora (contattato direttamente da Puglia), dal Prof. Emiliano Brancaccio dell’Università del Sannio e Monica Montella.

Leggi il resto di questa voce

Che fine ha fatto l’Osservatorio Comunale sull’istruzione?

news_foto_25251_scarinziIn data odierna il Meet up Grilli Sanniti ha inviato una missiva al Comune di Benevento e contestualmente all’Assessore all’Istruzione del Comune di Benevento Luigi  Scarinzi, a Francesco Zoino, e Izzo Giovanni.

Nel mese di Novembre 2011 i media locali portavano come notizia del giorno e con titoloni altisonante la nascita dell’Osservatorio Comunale sull’Istruzione. Benevento è tra le poche e prime città a costituire questo importante strumento di osservazione del mondo dell’istruzione. Tale organismo doveva monitorare ed analizzare i fenomeni scolastici, passando per l’orientamento dei giovani ed il coordinamento degli enti che si occupano dell’istruzione.

Importante compito era quello di monitorare il disagio giovanile. Voluto fortemente dall’assessore Scarinzi Luigi e previsto anche nel programma di mandato del sindaco, Fausto Pepe, come riportato dai giornali locali in quei giorni.

Scarinzi dichiarava in un’intervista che tale importante risultato è stato raggiunto grazie all’impegno dell’Ufficio Istruzione e della Commissione Consiliare Politiche Sociali e Istruzione presieduta da Francesco Zoino. Inoltre ringraziava il Consiglio comunale e tutta l’amministrazione in quanto hanno dato alla città, alle scuole, alle famiglie un valido e operativo strumento consultivo che ci qualifica come comunità civile, atteso che siamo tra le poche città ad averlo.

Tra il mese di novembre e quello di dicembre sempre del 2011 è stato anche approvato il regolamento di tale organismo.
Poi dell’osservatorio nessuna notizia, il regolamento non appare neppure nell’apposita finestra sul sito del comune. Sempre sul sito non c’è traccia. Dove possiamo trovare i nomi, recapiti telefonici e/o gli indirizzi email dei componenti? Dove possiamo trovare informazione sul funzionamento delle segnalazioni? Quali sono i casi che l’Osservatorio si è occupato ed eventualmente risolto?
Ma soprattutto che fine ha fatto l’osservatorio?
Fiduciosi, come sempre, attendiamo una risposta

 

Questo il testo della lettera:

Oggetto: richiesta informazioni osservatorio comunale

Gentilissimi amministratori

Nel mese di Novembre 2011 i media locali portavano come notizia del giorno e con titoloni altisonante la nascita dell’Osservatorio Comunale sull’Istruzione. Benevento è tra le poche e prime città a costituire questo importante strumento di osservazione del mondo dell’istruzione. Tale organismo doveva monitorare ed analizzare i fenomeni scolastici, passando per l’orientamento dei giovani ed il coordinamento degli enti che si occupano dell’istruzione. Importante compito era quello di monitorare il disagio giovanile.

Tra il mese di novembre e quello di dicembre sempre del 2011 è stato anche approvato il regolamento di tale organismo.

Poi dell’osservatorio nessuna notizia, il regolamento non appare neppure nell’apposita finestra sul sito del comune. Sempre sul sito non c’è traccia. Dove possiamo trovare i nomi,  recapiti telefonici e/o gli indirizzi email dei componenti?

Ma soprattutto che fine ha fatto l’osservatorio?

Fiduciosi, come sempre, attendiamo una risposta.

Il contagio del MoVimento 5 Stelle… vinciamo noi! …”Per il MoVimento è sufficiente esistere, per cambiare le cose”.

repubblica5
E’ divertente sentire “il MoVimento 5 Stelle non ha fatto nulla” (attuale cavallo di battaglia di Renzi, che vuol far dimenticare il suo nulla a Firenze), e contemporaneamente aprire Repubblica.it e leggere il titolo di cui sopra a proposito della legge di stabilità.

Ora, provate ad immaginare se il MoVimento 5 Stelle non fosse esistito, o fosse rimasto un movimento di piazza che prende manganellate e basta, come gli Occupy americani o gli Indignados spagnoli. Sarebbe statoconcepibile leggere, tutte insieme in un comunicato del Governo, frasi come “reddito garantito”, “taglio pensioni d’oro”, e “stop decreto spiagge”?
Mai nella vita. Semplicemente inconcepibile.

Leggi il resto di questa voce

ECCO LA NOSTRA APP PARLAMENTO 5 STELLE!

ECCO LA NOSTRA APP PARLAMENTO 5 STELLE!

app

Invita gli amici a scaricare l’app Parlamento 5 Stelle, l’app ufficiale del MoVimento Camera e Senato. Per restare aggiornati con le ultime informazioni provenienti dai canali ufficiali del Parlamento 5 Stelle: il portale parlamentari5stelle.it, il lavoro delle commissioni, i canali YouTube M5S Camera e Senato, le pagine Facebook.
Clicca qui e scaricala subito!
http://m5s.info/androidm5s

DESCRIZIONE

App ufficiale del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle. Restate aggiornati con le ultime informazioni provenienti dai canali ufficiali del Parlamento 5 Stelle, ovvero dal portale http://www.parlamentari5stelle.it, dai canali youtube M5S Camera e Senato, e dalle relative pagine Facebook.

1

Trasparenza Amministrazioni Pubbliche: la Civit risponde ai Grilli Sanniti

civitIl principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, viene sancito attraverso il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull’operato delle istituzioni e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.

Il nostro gruppo in data 3 ottobre ha inviato segnalazione al Civit relativo al sito del Comune di Benevento che soddisfa solo 6 indicatori di trasparenza su 69.  E’ normale che su un tema che è stato un punto della campagna elettorale dell’attuale amministrazione non ci sia il rispetto dei parametri di legge? Sarà un caso che non ci sono informazioni sulle consulenze, incarichi amministrativi, assenteismo, pagamenti, società partecipate, beni immobili, patrimonio immobiliare, pianificazione…?

Leggi il resto di questa voce