“La più grande truffa di tutti i tempi” – Analisi del Convegno di Morcone a cura di Gerardo Mercurio


di Gerardo Mercurio.

In questo secondo video relativo al convegno tenutosi a Morcone il 12 e 13 ottobre (la prima parte fu pubblicata nel Blog mercoledì scorso) vedremo gli interventi, in ordine cronologico, del Prof. Francesco Petrino docente di Diritto Bancario presso l’Università di Roma; del Dr. Alessandro de Angelis scrittore e Antropologo;  del Dr. Salvatore Tamburro scrittore ed economista; del Dr. Francesco Amodeo scrittore e blogger; del Dr. DomenicoLongo scrittore e giornalista nonché editore della rivista “L’Altra Voce” e in ultimo la prima parte dell’intervento del Dr. Giancarlo Mandato vice direttore generale della Banca Popolare delle Province Molisane che continuerà nel terzo video che verrà inserito a metà settimana. Al dibattito sono stati presenti anche i parlamentari 5 stelle Angelo Tofalo e Carlo Sibilia.

L’intero convegno dura circa 11 ore, per cui lo stesso è stato suddiviso in 6 parti o puntate che saranno pubblicati a cadenze di 4-5 giorni.

L’intervento del Prof. Petrino ha avuto come tema centrale le Banche, le quali a ben vedere sono tra i principali evasori fiscali nel nostro Paese e ne spiega il perché. Lo stesso ci fa notare che la nostra Italia è al 166° posto al mondo in termini di qualità della vita, politica, servizi, istituzioni e credito bancario. Particolare attenzione è stata rivolta ad Equitalia (emanazione di INPS e Agenzia delle Entrate) che usa “trattamenti” diversi a seconda se le cartelle arrivano ai cittadini o ai “potenti” tipo Intesa San Paolo e Unicredit. Come Presidente del Sindacato Nazionale Antiusura il Prof. ha accennato anche all’Anatocismo Bancario e sulla possibilità che i cittadini hanno di chiedere alle Banche soldi che quest’ultime hanno impropriamente trattenuto per esempio dalle commissioni di massimo scoperto negli anni.

A seguire c’è l’intervento del Dr. De Angelis che fa un’interessantissima cronistoria documentata di come l’Italia a seguito di leggi firmate di volta in volta dai nostri ministri economici assieme ai vari governatori della Banca d’Italia (B.I.) che si sono succeduti, hanno influito in maniera sostanziale all’attuale debito pubblico di circa 2.075 miliardi di Euro. Basti pensare che quest’ultimo era di circa 16 miliardi di Lire nel 1971 (allora la Banca d’Italia era pubblica e lavorava di concerto con il ministero del Tesoro e quindi dei cittadini). L’impennata del debito si è avuta a partire dal 1981 in poi, quando il Ministero del Tesoro fu separato dalla B.I. (questo permise ai Mercati finanziari esteri di acquistare il nostro Debito), per cui a fine 1992 il nostro debito, divenuto reale a seguito degli interessi da pagare alla Finanza e Banche estere, salì vertiginosamente a circa 850 Miliardi di Lire.  Successivamente con la legge 35/92, firmata da Amato e Guido Carli, la B.I. divenne un Ente privato, gestita quindi come una s.p.a da Banca Intesa, Unicredit, ….; sempre nel 1992 fu deciso di dare totale facoltà a dette Banche private di decidere di volta in volta il tasso di sconto evitando così di concordarla con il Tesoro.

A questo si aggiunga che sempre nello stesso anno fu firmato il trattato di Maastrict (Andreotti, Carli, De Michelis) con il quale si diede via libera alla creazione della BCE (Banca Centrale Europea) per la creazione dell’Euro.

A dicembre 2007  fu firmato il trattato di Lisbona (una vera e propria Costituzione Europea) con il quale avviene una vera e propria cessione di sovranità economica, monetaria, politica e sociale alla finanza internazionale ed alla commissione europea che attualmente ci governa, imponendoci misure impopolari e anticostituzionale quali il MES, il pareggio di bilancio (peraltro inserito nella nostra costituzione) ed il Fiscal Compact. Se sommiamo queste forme di finanziamento all’ Europa si deduce una spesa che dal 2012 ad oggi raggiunge una cifra pari a circa 43 miliardi di Euro a cui bisogna sommare i circa 100 miliardi di Euro di interessi pagati dal nostro Paese soprattutto alle grandi banche mondiali. Questa ultima parte, fondamentale per capire come funziona la politica monetaria nell’UE ed il nostro debito, verrà descritta e documentata con maggior oculatezza  in occasione della pubblicazione della terza parte del convegno.

Ritornando alla relazione del Dr. De Angelis, avviene che a seguito degli accordi sopra enunciati, a gennaio del 2004 ci trovammo di fronte una B.I. in cui il 95% delle quote societarie erano detenute dalle grandi banche private (solo il 5% era in mano all’INPS) tra cui anche la Goldman Sachs, che fu la principale fautrice della crisi del 2008 con i mutui sub prime ed in seguito ha dovuto patteggiare i danni economici prodotti con il governo americano. Nel 2006 il Prof. Prodi rettifica ed aggiusta l’art.3 dello statuto della B.I. che doveva essere di diritto pubblico facendola diventare per legge di diritto privato.

Il Dr. Tamburro, autore tra l’altro di diversi libri riguardo il signoraggio bancario, la truffa dell’Euro e del Debito pubblico, si sofferma a quantificare in moneta i vincoli derivanti dai trattati di Maastricht e di Lisbona, ovvero sia i vincoli derivanti del rapporto Debito/PIL  che dall’attuale 130% deve scendere in 20 anni al 60%, che il rapporto Deficit/PIL che dal 3,1% attuale deve scendere al 3% (Fiscal Compact).

Il famoso pareggio di bilancio, poi, dovrebbe essere considerato un “atto criminale” ai danni dei cittadini poiché lo Stato non deve svolgere operazioni di lucro nella sua attività economica ma deve per necessità economiche e di benessere della popolazione spendere di più di quanto incassa.

Il nostro debito pubblico, è per il 90% detenuto dalle grandi Banche d’affari e Multinazionali, di questa percentuale, il 40% è in mano alle Banche e Multinazionali straniere , mentre solo il 10% è in mano alle famiglie ed aziende italiane.

Il Debito inoltre, deve essere considerato come Debito Detestabile. Quest’ultimo rappresenta uno strumento giuridico in base al quale alcuni Paesi in epoche passate ed anche recenti ( Islanda ed Ungheria) lo hanno usato per cancellarlo definitivamente dal passivo del bilancio.

Uno dei problemi più evidenti e pericolosi è, a detta del Dr. Francesco Amodeo, la totale disinformazione che esiste in Italia (non a caso tra il 65 e 70° posto al mondo). Nel nostro Paese i Media sono e rappresentano una propaggine del potere finanziario e politico le cui regole e finalità vengono decise a tavolino all’interno dei tre gruppi di potere occulto mondiale ovvero gruppo Bilderberg, Commissione Trilaterale e Aspen Institute di cui fanno parte Prodi, Monti, Letta, Draghi, i ministri economici dei maggiori Paesi, le più importanti Multinazionali del mondo incluse quelle farmaceutiche ed alimentari, le più grandi Banche d’affari tra cui Goldman Sachs e J.P. Morgan….. solo per citarne tra le più famose. Amodeo inoltre, come descrive anche nel suo interessantissimo libro “Azzannato dalle Iene”, denuncia la totale mancanza di informazione riguardo le riunioni che annualmente si tengono all’interno del Bilderberg (l’ultima e stata tenuta a Londra quest’estate) e di cui nessun Media nazionale ne ha mai fatto cenno se non in modo molto superficiale.

Quanto denunciato dallo scrittore nel suo libro è ampiamente confutabile e documentato, le sue esperienze avute con la trasmissione su Italia 1 “Le iene” e sulla 7 con Luca Telese confermano ancor di più che le uniche informazioni indipendenti oggi passano solo attraverso la Rete (Internet).

Il Dr. Longo partecipa ed interviene più volte anche per rispondere alle numerose domande del pubblico. Autore del libro “ La piu grande truffa di tutti i tempi” i suoi interventi sono diretti a spiegare il signoraggio bancario, il significato di  proprietà della moneta e degli effetti sull’economia  che quest’ultimi  producono nel nostro Paese.

Al convegno hanno partecipato anche Carlo Sibilia e Angelo Tofalo entrambi Deputati per il movimento 5 stelle alla Camera. Non è un caso che fossero presenti solo loro in qualità di rappresentanti politici visto che rappresentano l’unica forza politica che mette in forse come è strutturata la CE oggi. Questo non significa essere anti-europeisti, come afferma la disinformazione dei media in Italia, significa che bisogna cambiare e trasformare l’attuale CE per indirizzarla alla tutela dei Popoli che in essa vivono, e non a garanzia del sistema economico e finanziario così come è attualmente organizzata.

TERZO VIDEO CONVEGNO MORCONE

Con questo terzo video del Convegno, della durata di circa 2 ore, si conclude la prima giornata di lavori a Morcone.

Il video inizia riprendendo la parte finale del secondo video in cui si vede l’intervento del Dr. Giancarlo Mandato (vice Direttore Generale Banca Popolare delle Provincie Molisane), che ribadendo e riconoscendo lo strapotere delle lobby finanziarie e bancarie tiene a precisare che secondo il proprio parere il vero scandalo di questi ultimi anni è da ricondurre ai movimenti bancari in atto tra le Banche Nazionali, incluse anche le piccole e medie, e la BCE (Banca Centrale Europea).

In effetti sta accadendo che le Banche, avendo in dotazione Titoli dello Stato a 3-4-5 anni e più, danno a garanzia alla BCE questi Buoni Fruttiferi facendosele scontare. La BCE, a sua volta, ricambia in moneta il valore nominale del titolo alle Banche. A quest’ultime l’operazione costa lo 0,5% del valore nominale del titolo (equivalente al tasso di sconto). Nel contempo però le Banche continuano a prendere gli interessi, in media del 4-5 % sui Titoli, e nel contempo acquistano altri nuovi titoli che vengono scontati dalla BCE e il giro continua. Solo per questo “giro di affari”  in questi ultimi tempi alcune grandi Banche quali Intesa San Paolo, Unicredit….. hanno i bilanci in attivo.

Secondo il parere del Dr. Mandato inoltre il nostro attuale Debito proviene soprattutto dalla cattiva politica e dagli sprechi effettuati, ovvero che abbiamo speso più del necessario.

Segue l’intervento del Deputato del Movimento 5 Stelle Angelo Tofalo, tra l’altro membro del COPASIR ( Comitato Parlamentare di Sicurezza della Repubblica) che conferma la presenza a tutti i livelli delle Lobby, in pratica siamo circondati dalle Lobby che dettano regole a livello mondiale e nazionale e per questo il nostro Parlamento è depauperato nelle sue funzioni. Le Lobby esistono anche riguardo le barriere stradali, oggetto di indagine nel terribile disastro sull’autostrada Avellino Napoli.

La nostra politica sarebbe da rinnovare totalmente, ci sono tantissime cose da fare ma purtroppo ci si scontra con i soliti poteri occulti e non. La Politica Italiana, i Partiti, non ascoltano i cittadini così come dovrebbe essere.

E’ ingiusto, irresponsabile e da denuncia che ci preoccupiamo di pagare regolarmente 100 miliardi di Euro all’Europa mentre si lasciano morire le nostre aziende assieme ai loro proprietari (stime riconducono a circa 8.000 suicidi).

Interviene quindi il Dr. Tamburro che sottolinea rispondendo al Dr. Mandato come ci siano dati incontrovertibili, anche la Banca d’Italia lo conferma, che il nostro Debito Pubblico proviene esclusivamente dagli interessi passivi. Basta vedere che dei 1.663 miliardi di Euro di Debito Pubblico al 2008, ben 1.605 erano originati dagli interessi.

Lo stesso sottolinea come a fronte del signoraggio primario esiste anche un signoraggio bancario secondario, ben più grave, che si origina ed è strettamente collegato alla riserva frazionaria delle Banche. In base al regolamento 1745/2003 della BCE, tutti i depositi bancari devono avere una riserva frazionaria del 2%, ovvero solo il 2% dei depositi bancari vengono trattenuti, il resto viene prestato per esempio per acquistare Titoli di Stato al 5-6%. In questo modo, nel sistema bancario, si crea moneta creditizia dal nulla, inesistente. Di questo signoraggio secondario esistono documenti e studi che lo provano in maniera inconfutabile, lo stesso Fondo Monetario Internazionale (FMI) lo ammette. In effetti le Banche creano moneta inesistente nel momento in cui la prestano, digitando solo su una tastiera del computer senza verificare se hanno moneta sufficiente a fronte del prestito. A breve poi si assisterà ad un’altra “bomba” finanziaria dovuta dai famosi derivati, veri e propri titoli tossici di cui molti Enti pubblici ne possiedono in enormi quantità.

Lo scrittore Daniele Pace conferma gli studi del Dr. Tamburro visto che in Inghilterra, Paese ove lo stesso vive da molti anni, solo il 3% della moneta circolante è reale, mentre la restante 97% è moneta non esistente, creata dalle Banche Commerciali dal nulla. Questi dati provengono sia dalla stessa Banca d’Inghilterra, la Banca Svizzera che da autorevoli esponenti bancari e dal Financial Times. In effetti quando il cittadino per esempio va in Banca e chiede un prestito, al di là delle garanzie che lo stesso deve fornire, la Banca gli concede il prestito creando moneta dal nulla, senza considerare le proprie reali scorte monetarie. Nel mondo gira molta più moneta rispetto ai reali beni economici. Tutto il Mondo è nelle mani di poche ma enormi Banche d’affari, infatti sappiamo che le stesse sono nate prima della democrazia e dei partiti, quindi sono sempre stati quest’ultimi ad essere alimentati e finanziati dalle Banche.

Padre Quirino si sofferma sulla grande truffa che il sistema finanziario europeo e mondiale sta perpetuando a danno di intere popolazione ormai ridotte alla povertà. Non si può concepire un mondo gestito e manipolato da pochi uomini senza scrupoli che non hanno mai avuto a cuore le sorti dei popoli. Padre Quirino usa parole molto dure contro le Banche e conclude affermando che “se i cittadini si accorgessero del funzionamento delle Banche e della Finanza farebbero la rivoluzione il giorno dopo”!

La conclusione della prima giornata del convegno si può sintetizzare in questo modo: dietro la politica e l’economia di tutti i Paesi incluso la nostra Europa, esistono poche ma potentissime persone a capo delle più grandi Banche d’affari mondiali quali la J.P. Morgan, la Goldman Sachs che attraverso vere e proprie società di stampo massonico quali gruppo Bilderberg, Commissione Trilaterale, Aspen Institute, GOT, CFR,..ecc…ecc. da cui provengono e ne fanno parte Politici, Ministri, Capi di Stato, Grandi Banche d’affari, Multinazionali…ecc..ecc… gestiscono, manipolano, influenzano e determinano la Politica e l’Economia di intere nazioni. La crisi che stiamo vivendo non è nata per caso, ma  è stata studiata per impoverirci perché più poveri diventiamo e più ricco sarà tutto il sistema Finanziario e Bancario che ci governa dall’alto.

Il signoraggio primario e secondario, il MES, il Debito Pubblico, il Trattato di Maastricht e quello di Lisbona..ect…rappresentano gli strumenti tramite cui, ed in modo incostituzionale, ci stanno impoverendo in tutti i sensi. Basti guardare il nostro Paese, ove figure del calibro di Prodi, Ciampi, Draghi, Letta senior e junior, Monti…ect.. solo per citarne alcuni provengono e hanno fatto parte dei gruppi sopra citati. Oggi la massoneria in Italia si chiama “VeDrò”, fu fondata nel 2005 dal nostro Primo Ministro Letta e ne fanno parte, tra l’altro, anche il nostro Ministro dell’Agricoltura De Girolamo, il Ministro Alfano, il Ministro per le infrastrutture Lupi, il Ministro per l’ambiente Orlando, il Ministro Lorenzin, e lo stesso Matteo Renzi ed il figlio del Presidente Giorgio Napolitano. Il gruppo è sponsorizzato da Autostrade Italia, ENEL, ENI, Nestlè e Gruppo Cremonini. Al di là degli enormi conflitti di interesse e di quello che discutono in ambito al gruppo il grosso problema è: perché la stampa o le TV non ne hanno mai fatto cenno? E’ lecito allora supporre che ci troviamo all’interno di un sistema efficace e ben collaudato ovvero Banche e Finanza che comandano e ci gestiscono, partiti che fungono da burattini e servi assieme all’informazione, ai Media colpevoli come i primi per negarci la vera informazione, quella libera ed indipendente.

L’informazione libera oggi la si può trovare solo attraverso il lavoro di pochi giornalisti che lavorano in rete (Blogger). Purtroppo i loro lavori e studi, per quanto detto sopra, vengono letti  solo attraverso la Rete o tramite libri o con la loro partecipazione a convegni.

Solo ed unicamente il Movimento 5 stelle sta portando alla luce queste problematiche sia in Parlamento che in questi “tipi” di convegno. E, forse, non è un caso che, da quando il nostro Deputato Sibilia fece un famoso intervento in Parlamento rivolto al Ministro Letta, queste “questioni” stanno venendo lentamente alla luce, se ne parla di più, sono oggetto di convegni e di obiettivi nei nostri gruppi di lavoro. Questo è almeno la mia sana impressione.

1385390_551807761554431_206177093_n

Annunci

Pubblicato il 30 ottobre 2013 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: