Voci a 5 stelle: Alessandro Di Battista

Alessandro Di Battista

Sul nostro blog cercheremo di segnalarvi quotidianamente gli interventi dei nostri rappresentanti in Parlamento, sia presi direttamente dalle pagine dei loro profili pubblici facebook, sia per quanto riguarda video ed interviste che possono servire per informarvi sempre al meglio sulle qualità dei nostri rappresentanti.

A tal proposito, ecco la nota di giovedi 10 luglio 2013 , ed il video di una recente intervista del nostro cittadino rappresentante del M5S Alessandro Di Battista…

“Oggi e’ stata una giornata durissima, iniziata molto presto alla Camera. Sapete tutti (o quasi) come e’ andata. Il PDL ordina e il PD esegue. Maggiordomi di Arcore, tutti quanti! Abbiamo protestato, abbiamo fatto sentire la voce di milioni di italiani (anche di quelli che legittimamente non hanno votato M5S). Abbiamo lottato per far tornare il Parlamento il cuore della democrazia (dove sta la Casa della Buuona Politica Presidente Boldrini, si e’ gia’ dimenticata delle promesse?). Siamo usciti fuori dal palazzo, abbiamo fatto un sit-in per raccontare ai media lo scempio che veniva fatto all’interno. Mi sono commosso parlando con delle donne di Caserta, disperate, licenziate. Mi sono commosso perche’ sento una rabbia forte dentro, un dolore nel vedere che il Paese muore e il Parlamento gioca sulla pelle degli italiani per garantire “devozione servile” a B. I media, tutti quanti, dovrebbero ribellarsi e comunicare con forza (al di la’ dei nostri scontri, anche duri) che e’ in atto una continua delegittimazione delle Istituzioni. Fatelo per i vostri figli! Mi sono commosso anche perche’ sono stanco, ma commuoversi 3 minuti non significa mollare. Non molliamo state sereni, mai! Non lo lasciamo il Paese in mano a chi prima lo ha distrutto e ora ci racconta come lo si puo’ ricostruire. Devono andare a casa, tutti. Oggi siamo stati un gruppo, stiamo crescendo moltissimo in forza, consapevolezza, esperienza. Le nostre proposte, i nostri emendamenti, le attivita’ parlamentari che portiamo avanti sono di grande qualita’. E’ una questione di tempo, solo di tempo anche se l’Italia non ne ha piu’. Vi ringrazio per le centinaia di mail che mi avete scritto e ringrazio i miei colleghi per il lavoro che fanno quotidianamente. Oggi siamo piu’ forti di ieri, e anche certe lacrime ci rendono piu’ determinati. Buona notte. A riveder le stelle!”

Alessandro Di Battista, eletto Dipendente del Popolo alla Camera dei Deputati con il Movimento a 5 Stelle.

Ecco come si presenta Alessandro sulla sua pagina facebook:

Sono Alessandro Di Battista, 34 anni e sono di Roma. Sono laureato con lode in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo (DAMS) e ho una specializzazione in Tutela Internazionale dei Diritti Umani (Master alla Sapienza). Dopo la laurea lavoro un anno come cooperante nelle giungla del Guatemala occupandomi di educazione e progetti produttivi nelle comunità indigene. Torno in Italia e lavoro per AMKA onlus, un’organizzazione che porta avanti progetti di sviluppo nel sud del mondo. In AMKA mi occupo di comunicazione, formazione e progetti in Guatemala. Nel 2008 parto per il Congo dove mi dedico al micro-credito e all’istruzione. Sempre nel 2008 lavoro all’UNESCO Italia occupandomi di diritto all’alimentazione. Nel 2010 parto con un biglietto di sola andata per il Sud America per raccogliere materiale per un libro sulle nuove politiche continentali. In Patagonia studio il fenomeno delle fabbriche recuperate dagli operai dopo la crisi, in Cile sostengo la lotta del popolo Mapuche. In Bolivia mi occupo di sovranità alimentare e condizioni di vita dei minatori. Studio l’impatto sulla popolazione dei progetti ENEL in Cile e Guatemala, lavoro con i lebbrosi nel lebbrosario di San Pablo in Amazzonia. In Ecuador mi occupo di orti urbani e giustizia indigena; in Colombia, Perù, Nicaragua di lotta al transgenico, riforma agraria e movimenti contadini. In Colombia studio i fenomeni criminali (narcos, paramilitarismo, sicariato). Dal 2011 collaboro come giornalista con il blog di Beppe Grillo. Pubblico un reportage sui disastri di ENEL-Guatemala sul quale viene aperta un’inchiesta parlamentare. Nel 2012 la Casaleggio Associati mi commissiona un libro sui sicari sudamericani. Parto per Ecuador, Panama, Guatemala e Colombia e mi concentro sull’origine del fenomeno e sulle possibili soluzioni (legalizzazione droga, riforma agraria, socializzazione dell’economia, decrescita). Nel 2008 mi sono candidato con la lista Amici di Beppe Grillo alle comunali di Roma. Parlo spagnolo, inglese e portoghese.

Dichiarazione di intenti per il Parlamento:Se dovessi essere eletto cercherei di attuare i punti del programma del M5S rendendomi disponibile, attraverso il canale ufficiale, ad ascoltare le istanze del MoVimento e farmene portavoce. Data la mia esperienza mi occuperei di informazione mettendo in campo ogni azione per liberare i media dal controllo dei partiti. Si può fare, occorre abolire i finanziamenti ai giornali, assegnare le frequenze televisive attraverso aste pubbliche e favorire la rete. Inoltre mi impegnerei nella costruzione di una reale democrazia in cui il cittadino comandi e le istituzioni obbediscano, esattamente il contrario di ciò che avviene oggi in Italia dove viviamo in un sistema di oligarchie organizzate che guardano soltanto ai loro interessi. Per farlo serve una nuove legge elettorale, il referendum propositivo senza quorum e l’obbligatorietà della discussione in aula delle leggi di iniziativa popolare. In ambito economico la mia attività parlamentare sarà incentrata nel favorire la crescita del mercato interno. Sosterrò la piccola e media impresa, l’enogastronomia e il turismo responsabile. L’Italia deve tornare ad essere il Paese più visitato al mondo come accadeva negli anni ’60. Approfondirei le proposte che arrivano dal Movimento per la Decrescita Felice, la nostra società è ancora basata sul consumismo a debito e questo non è più sostenibile. Sosterrei progetti di autoconsumo (sia in ambito energetico che alimentare), produrre ciò che si mangia e mangiare ciò che si produce è un diritto umano inalienabile. In accordo con il M5S proporrei di analizzare in modo laico progetti alternativi di lotta alla criminalità come la legalizzazione delle droghe leggere. Vorrei dedicarmi alla tutela dei diritti umani siano essi sociali, civili e politici. Per concludere, avendo vissuto negli ultimi anni a stretto contatto con i poveri, vorrei dedicarmi soprattutto a loro cercando di combattere ogni forma di povertà (nazionale e internazionale) sia essa economica, culturale e relazionale.

Annunci

Pubblicato il 11 luglio 2013 su News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: